UN GIORNO DA CANA

Interviste agli autori del fumetto gioco
Stefano Tartarotti & Christian Giove

Come giocatori che tipo di librigame preferite?

Chrys: Da bambino ho divorato quasi ogni cosa riuscissi a trovare (Lupo solitario, Oberon, Detective Club, Blood Sword, Sortilegio... e anche i volumetti bianchi a bivi "Scegli la tua avventura") mentre ora ammetto di preferire nettamente quelli con meccaniche o tematiche più particolari, soprattutto se basati su sistemi diceless.

Tarta: Da ragazzo mi piacevano un sacco i librigame di Lupo Solitario e li ho letti quasi tutti (quelli di Oberon mi piacevano un poco meno).


Come è nata l'idea di realizzare Un giorno da cana?

Chrys: Era tanto temo che volevo realizzare un Fumetto-Gioco... avevo visto alcune produzioni americane molto interessanti e, nonostante i risultati molto deludenti della localizzazione di Pirati e Cavalieri di 5-6 anni fa, ero sicuro che ormai i tempi fossero maturi. Al che durante un pranzo da lui (ero di passaggio verso IDEAG 2019) ho proposto l'idea a Stefano con cui avevo fatto amicizia al Salone del Libro di Torino l'anno prima. Mi piaceva l'idea di uan storia con protagonista la Cana perché adoravo le vignette o i racconti brevi in cui Stefano raccontava della loro vita assieme.

Tarta: Mi piacque molto l’idea di Christian. Sembrava una cosa divertente e mi permetteva di inserire in un contesto narrativo comico-surreale tutta una serie di luoghi, animali e situazioni inspirate dai vagabondaggi per le colline attorno a casa. Mi permetteva anche di sperimentare un tipo di colorazione più ricca di quella che usavo solitamente nelle mie vignette.


Ci descrivete brevemente il libro?

Chrys: Si tratta di un fumetto interattivo nel quale i giocatori si mettono nei panni della cagnolina Lucy (detta La Cana) che vive incredibili avventure nelle colline piacentine mentre Stefano è a lavoro, ignaro di tutto. Il fumetto contiene 4 storie principali e numerose avventure secondarie ed ogni lettura porta via circa 20-30 minuti al lettore/giocatore andando a coprire una giornata di avventure e concludendosi col ritorno a casa di lucy prima che Stefano se ne Accorga. Quindi il lettore vivrà decine di giornate anche completamente diverse prima di riuscire a scoprire tutte le avventure e sbloccare tutti le easter-egg e i collezionabili (su cui non svelo di più). Particolarità importante: è un fumetto comico (specialità di Stefano) nonché il primo fumetto gioco italiano o estero ad avere questa caratteristica.

I disegni di Stefano sono splendidi, teneri e coloratissimi ma il fumetto non è, come a volte qualcuno può essere portato a pensare, un fumetto per bambini. Diciamo che come un episodio dei Simpson o di Futurama è apprezzabile a 10 anni o più, ma per capirlo a tutto tondo sia come citazioni che come tematiche toccate bisogna essere adulti (tra l'altro ci sono anche vari ammiccamenti alla cultura pop anni 80). Basti dire che i nostri tanti e bravissimi playtester erano tutti tra i 24 e i 40 anni e lo hanno divorato, e lo stesso si può dire della maggioranza dei lettori.


Se c'è, qual’è lo scopo del libro?

Chrys: E' un prodotto di intrattenimento anche se non mancano alcune frecciatine a certe tendenze recenti o all'attualità. Sicuramente data la forte comicità di situazioni e dialoghi punta a far ridere il lettore. Inoltre presenta al lettore un viaggio nelle colline piacentine e in generale in un ambiente molto bucolico.


Avete altri progetti per il futuro?

Chrys: Al momento sto lavorando alla sceneggiatura di un fumetto-gioco con un altro autore ma con Stefano il progetto sarebbe quello di creare con Stefano un secondo volume di avventure con protagonista Lucy (che potrebbe chiamarsi "Un'altro giorno da Cana"), anche se non subito dato che Lucy ha bisogno di esplorare ancora un po' per poterci raccontare nuove avventure da mettere sui carta (non ve lo abbiamo detto che sono tutte storie vere?). Però non è detto che non ci venga altro in mente... anzi, Stefano non lo sa ma ho in mente un paio di progettini in cui vorrei coinvolgerlo. ;)

Tarta: Sto finendo di disegnare le illustrazioni per un testo comico. Mi sono stati commissionate da una casa editrice per ragazzi. Terminato questo, dovrei iniziare a disegnare per un progetto divulgativo per Wikimedia Svizzera.


Volete fare qualche ringraziamento?

Chrys e Tarta: Sicuramente vorremmo ringraziare tutti i playtester che ci hanno aiutato a trovare piccoli errori, incongruenze, puntamenti sbagliati e in generale a migliorare le oltre 150 pagine del fumetto. Il successo del fumetto lo dobbiamo anche a loro e non è un caso che gli abbiamo dedicato una pagina intera del fumetto.

tarta.jpg

STEFANO TARTAROTTI

IL LIBRO (CLICCARE SULL'IMMAGINE PER ANDARE ALLA PAGINA UFFICIALE DEL GIOCO)

Senza nome.jpg
christian.jpg

CHRISTIAN GIOVE

UNA PAGINA DEL FUMETTO

Cattura.JPG